Ancora Murakami!

Lost in translation

Per chi come me ama Murakami e ammira il suo traduttore Giorgio Amitrano, segnalo due interviste trovate sul blog La Biblioteca dell’Estremo Oriente. E’ stato un vero piacere leggerle e conoscere qualche particolare in più su questi due protagonisti della letteratura e sul rapporto tra autore e traduttore.

intervista a Haruki Murakami

intervista a Giorgio Amitrano

Mi ha veramente emozionato essermi trovata in sintonia con molti giudizi di Amitrano su 1Q84, Murakami pur nella sua bellezza non è mai così semplice da decifrare.

Per chi ne avesse voglia, può leggere le mie recensioni 😉

1Q84 libri primo e secondo

1Q84 libro terzo

Ringrazio le pagine strappate per aver segnalato le due interviste!

Annunci

10 thoughts on “Ancora Murakami!

  1. Di Murakami ho letto nell’ ordine:

    A sud del confine, a ovest del sole
    Dance dance dance
    La ragazza dello Sputnik
    L’ uccello che girava le viti del mondo

    Sono state tutte e 4 delle bellissime esperienze, dei veri e propri viaggi all’ interno di un libro unico, di un mondo sconosciuto, di una mente geniale.
    E, come sempre succede alla fine di un bel viaggio, si é soddisfatti di come é andato, ma si é anche tristi, perché avremmo voluto prolungarlo per sempre.

    Mi piace

    • Per fortuna Murakami ha scritto molto e possiamo immergerci nei mondi che ha creato per noi. Di quelli che hai letto mi mancano tutti tranne la ragazza dello Sputnik. Non vedo l’ora di leggerli 🙂

      Mi piace

      • E io non vedo l’ ora di leggere “L’incolore Tsukuru Tazaki e i suoi anni di pellegrinaggio.” Il titolo é bruttino (come si fa a mettere l’ aggettivo “incolore” nel titolo di un romanzo?), ma a Murakami gli perdoniamo questo ed altro. Probabilmente mi fionderò in libreria a comprarlo il giorno stesso dell’ uscita, come faccio ogni volta che esce un libro di Joyce Carol Oates. Grazie della risposta! : )

        Mi piace

      • Parti da “Uccellino del paradiso”, é il suo capolavoro. Ma é come dire che la Cappella Sistina é il capolavoro di Michelangelo: tutti i libri della Oates sono troppo belli per fare una classifica.
        1Q84 non l’ ho letto per vari motivi: il fatto che fosse diviso in più volumi, il fatto che la trama si dipanasse secondo più linee narrative, la recensione negativa di una persona con i miei stessi gusti letterari… ci ho perso?

        Mi piace

        • A me è piaciuto (puoi leggere le mie recensioni 😉 ) le linee narrative principali sono due ma molto legate tra loro fin dall’inizio. Non è un libro facile, è molto surreale ma merita almeno un tentativo.

          Mi piace

Conta fino a tre poi commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...