Art Verona 2012

image

Giornata all’insegna dell’arte moderna e contemporanea, la visita alla fiera di Artverona è ormai una tradizione. Armati di scarpe comode e vestiti non troppo pesanti, ci lasciamo affascinare da mille stimoli e idee, passeggiando tra gli stand, i galleristi, gli artisti e chi si sente un po’ artista dentro… o fuori! Non mancano mai infatti i personaggi bizzarri che, con la loro originalità, contribuiscono a dare carattere e colore a una manifestazione che, nonostante il carattere commerciale, mantiene uno spirito fresco e festoso, a volte irriverente.

Le mie competenze nell’ambito dell’arte, come in tanti altri, sono piuttosto limitate, ma amo  la bellezza dell’ingegno umano, cerco di godere delle opere esposte senza mettere filtri, con spirito curioso e indagatore. E’ interessante riconoscere gli stimoli culturali e sociali che influenzano gli artisti, individuare fili conduttori e temi ricorrenti, lasciarsi stupire e trovare spunti di riflessione.

Il bello dell’arte è che non serve esserne grandi esperti per apprezzarla: la tecnica, i riferimenti, la filosofia che stanno dietro il lavoro di un artista, sono tutti elementi che concorrono a creare l’opera ma sono nulla senza un fruitore. Certo rimane che senza la mediazione dei galleristi e dei critici potremmo rimanere spaesati di fronte a un’offerta così vasta e disomogenea. Basti pensare che in Italia ci sentiamo tutti un po’ artisti e la tipica reazione di fronte all’arte contemporanea è “potevo farlo anche io!”.

Finita questa breve quanto semplicistica divagazione, concludo i miei sproloqui e lascio parlare qualche immagine scattata durante la visita, appunti di viaggio senza pretesa di essere esaustivi.

image

Daniele Girardi – What remains

image

Laurina Paperina

image

Fabio Civitelli

image

image

image

image

image

image

image

Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto

image

Thomas Bee

image

particolare

image

image

Luisa Raffaelli

image

image

pietre decorate dai visitatori… c’è anche la mia!

image

particolare

image

image

Marco Bolognesi

image

particolare

image

image

image

image

Daniele Girardi

image

Daniele Giunta

N.B. Questo articolo non è sponsorizzato, ma non posso non ringraziare la galleria la Giarina di Verona. L’esempio e la passione di Cristina Morato mi hanno aperto un mondo che pensavo riservato a pochi e mi ha permesso di conoscere dei veri artisti che vedo sempre con grande affetto: Daniele Girardi e Daniele Giunta.

image

Cristina Morato

Annunci

3 thoughts on “Art Verona 2012

    • Io sono innamorata di Botticelli e Vermeer. Ho avuto il periodo degli impressionisti, che ora mi stancano, e quello di Klimt e Schiele. Gli unici che ancora non riesco ad apprezzare sono i fiamminghi!

      Mi piace

  1. Pingback: ArtVerona 2013 | diari alaskani

Conta fino a tre poi commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...