Perchè l’Alaska?

Una volta deciso di sposarci, io e Mr Fog ci siamo trovati di fronte alla scelta per noi più importante: la destinazione del viaggio di nozze.

Immaginate di avere il mondo di fronte a voi. Tutto. E voi potete scegliere qualsiasi posto dove andare. Non ci sono limitazioni di tempo o di budget (più o meno…) ma avete un’unica opzione. Una sola cartuccia da sparare.

Dà le vertigini, vero?

Eppure tutti abbiamo un posto dove vorremmo andare più di tutti gli altri, una destinazione che ci affascina e rappresenta una destinazione mitica.

Per me è il Giappone.

Ma come? Direte voi, e l’Alaska che ci azzecca?

Come tutti saprete, nel marzo 2011 c’è stato il gravissimo episodio di Fukushima, con radiazioni che hanno interessato buona parte del Paese. Probabilmente visitarlo a giugno 2012 non avrebbe costituito un grosso problema per la salute ma per me si è rivelato un tabù impossibile da superare. Le motivazioni le conosco e fanno parte della mia storia ma non è questo il post adatto per esporle. Credetemi che erano abbastanza radicate da farmi desistere dall’affrontare il viaggio che da sempre sogno.

Si è posto quindi il problema di dove andare.

Requisiti indispensabili?

  1. Viaggio on the road. Non esiste che rimango ferma nello stesso posto per tre settimane, nemmeno fosse il paradiso.
  2. Libertà di movimento. Basta tour, voglio decidere del mio tempo.
  3. Meta insolita. Quella che fa strabuzzare gli occhi agli amici e dove nessuno o quasi andrebbe… almeno in viaggio di nozze.
  4. Verde. Sono chiusa tutto l’anno in ufficio. Ho bisogno di respirare, di ritrovare il contatto con la Terra, di sentire la Natura con tutta la sua forza. Senza arrivare necessariamente a terremoti ed eruzioni!
  5. Civiltà. Il mio lato ingegneristico necessita di essere blandito e stuzzicato. E poi del sano shopping  in dosi omeopatiche è propedeutico al buonumore.

Tenuto conto che entrambi siamo affezionati visitatori degli Stati Uniti e che avevamo già battuto la costa Ovest da Seattle a San Francisco, l’unica scelta possibile rimaneva una: the last frontier, l’Alaska!

Annunci

4 thoughts on “Perchè l’Alaska?

  1. Ciao Mrs Fog,
    complimenti per il tuo blog,scrivi davvero bene,dovresti come dice Mr. Fog scrivere un libro!
    complimenti anche per il viaggio che avete fatto, mi ha raccontato molte cose e deve esser stato veramente fantastico.

    Mi piace

    • Grazie Elisabetta, sei gentillissima!
      Il viaggio è stato incredibilmente bello e la nostalgia forte, scriverne qui sul blog mi aiuta a rivivere quei bellissimi momenti.
      Per quanto riguarda il libro, ne ho di strada da fare! Intanto leggo che mi viene meglio : )

      Mi piace

Conta fino a tre poi commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...